sabato 30 gennaio 2016

Mi sto estinguendo

Esempio di parcheggio mattutino di alcolista anonimo*
... non nel senso che ho iniziato una drastica dieta che mi farà perdere chili e chili al mese e alla fine porterà alla mia estinzione (il che, sa molto di Tre millimetri al giorno).
Ma nel senso che...
Forse è meglio se parto dall'inizio.
I miei genitori erano cugini di primo grado, figli di due fratelli, quindi avevano lo stesso cognome, che dirò, fittiziamente, Bernardeschi. Questo avrebbe dovuto essere garanzia di una grande (numericamente) famiglia Bernardeschi.
Ma... , come è in tutte le storie cariche di suspence, c'è stato un 'ma', qualcosa è andato storto nella storia del mio casato.
Mio padre aveva due sorelle, che quindi hanno preso il nome dei rispettivi mariti e i loro quattro figli (totali) portano perciò altri cognomi.
Mia madre aveva due sorelle, e il ragionamento è lo stesso di cui sopra.
Rimaniamo io e mio fratello, direte voi. Esatto.
Ma... (che sta cominciando ad essere una variabile un po' troppo presente, anzi incombente) io non ho avuto figli, soprattutto per scelta, ma anche perché non sono mai stato messo davanti alla possibilità concreta di pormi il problema seriamente. E ormai il tempo per i ripensamenti è ampiamente passato. Su questo scrissi anche un post nel mio vecchio blog.
Mio fratello ha avuto una figlia, che quindi prenderà il cognome dell'eventuale marito con le conseguenze del caso qualora dovesse avere figli. E se anche non dovesse sposarsi ma avere figli, molto probabilmente questo/a pargolo/a prenderà il cognome del padre. Se poi dovesse avere figli 'in proprio' e dare il suo cognome allora forse... ma stiamo coi piedi per terra.
Ecco allora svelato l'arcano: la famiglia Bernardeschi (diciamo così) con me e mio fratello si estinguerà.
Non che questo mi faccia perdere il sonno di notte né mi spinge al suicidio o all'iscrizione al M5S o a qualche altro gruppo motivazionale.
Ma un po', sotto sotto, mi rode. 
Con una famiglia normanna alle spalle, che scese nel bel paese mille anni fa, fermandosi in Puglia, Calabria e Sicilia, che ha tra i sui discendenti tra gli altri Dacia Maraini (che crebbe infatti anche nella famosa Villa di Palagonia, come lei stessa racconta in Bagheria), oltre ad altri personaggi storici e letterari...
Boh!
Altro simpatico parcheggio! Ma ne ho tanti altri, eh!

Comunque, è tutto qui.
Perciò vi sal... Ah, no! un attimo! Prima di chiudere volevo annunziarvi che probabilmente nel prossimo futuro sulle pagine di questo blog potrete trovare post intitolati: Zibaldone.
Magari vi spiego la prossima volta.
Nano nano!

Il misterioso Oste Juan

----------------------
* la foto è stata scattata in una traversa che faccio tutte le mattine per andare a lavoro. Di fronte si trova una panetteria dove i genitori vanno a comprare la merenda per la scuola ai figli (il profumato pane e mortadella avvolto nella carta oleata di una volta è ormai off limits, sparito in favore di 'cartone pressato' alla polvere di cioccolato avvolto in plastica irriciclabile, per l'ambiente e per lo stomaco dei bambini) e tutte le mattine è una dura guerra senza esclusione di colpi a chi parcheggia di più alla 'viva il parroco'. Come si può notare dalla stessa foto, sia davanti che dietro la "500" ferma dietro all'auto incriminata, c'era lo spazio sufficiente per un 'normale' parcheggio. Ma si sa che certa gente se non lo fa strano...

11 commenti:

  1. Capisco quello che intendi, tanto per dire il cognome di mia madre è Ruggiero, un nome antico che anche in questo caso richiama gli antichi normanni. Però anche in questo caso i miei nonni ebbero due figlie femmine (con le conseguenze che sai) ed un solo maschio. Che per inciso ebbe due femmine ed un solo maschio anche lui, quest'ultimo mio cugino non ha avuto figli. Tutto questo non per raccontarti i fatti miei ma semplicemente per dire che anche in questo caso ci sono delle radici, dei cognomi che si estinguono. Già negli anni'70s, tanto per fare un esempio, con il crollo delle nascite in quel paese si calcolò che buona parte dei cognomi francesi, anche i più diffusi rischiavano di scomparire.
    Le soluzioni per invertire il trend si conoscono, ma prima che si possano attuare il percorso è difficile....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, anche i "Ruggiero" sono di discendenza normanna, infatti vicino al mio paese ci sono i resti di una torre antica che viene detta proprio "Torre Ruggiero" dal nome della famiglia. Io sono diventato fatalista (ma ho i miei buoni motivi dottrinali!) ma è un fatalismo non passivo, non vuoto, bensì collaborativo col 'destino'.

      Elimina
  2. Io mi sono già estinto, appaio di tanto in tanto. Il mio blog, come il tuo, è uno Zibaldone, per nulla specifico e alquanto eterogeneo mi permette però di apparire virtualmente. Non si estinguerà invece la mia discendenza che numerosa tramanderà lo nome mio. Incolpate me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fisto qualche filmato sulla tua pagina FB e ho notato lo sveglio pargolo che sapeva il fatto suo! Noi ci estingueremo comunque perché c'hanno programmato così, come gli orologi e le lavatrici: dopo un tot di anni, spazio al nuovo modello!

      Elimina
  3. Si può scegliere di tramandare se stessi in molti modi diversi. Per esempio, creando opere d'arte.
    Sempre meglio che mettere al mondo figli nelle circostanze sbagliate; dopotutto l'uomo è l'unico animale che non limita spontaneamente la propria discendenza a seconda delle disponibilità dell'habitat in cui vive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sai che io sono un materialista spudorato e se non vedo con gli occhi e tocco con mano qualcosa, per me non esiste. Fra centinaia di anni nessuno leggerà più un libro (cartaceo o digitale); invece esisterà quasi sicuramente un citofono (comunque esso sia) e lì sopra ci sarà scritto un nome. E non sarà il mio. E poi questa storia che l'uomo è un essere superiore risale ormai a troppo tempo fa, ed è diventata solo una scusa per giustificare le peggiori nefandezze della razza umana! (scusa se ho maltrattato il tuo commento colto e acculturato, ma ogni tanto mi prende così... )

      Elimina
    2. In questo ha ragione Ivano. Dovrei stare zitto visto che di figli ne ho fatti tre e con madri diverse, ma visti i personaggi deleteri che circolano alle volte vengono pericolosi desideri di sterilizzare le masse.

      Elimina
  4. Siamo in due. Io ho un cognome unico al mondo (ce l'abbiamo solo io, mio padre e mia sorella) ho una figlia femmina e quindi scomparirà.
    Ma, ti dirò, l'estinzione di questa unicità cognomica (cognome doppio in effetti: due metà molto comuni che accostate diventano una singolare unicità, citando una poesia che scrissi a suo tempo su questo aspetto) alla fine mi pesa poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non pesa, è che mi rode un po'... caro S.V.D.P.! E poi non si sa mai, alla tua giovincella età (e della tua signora) magari tutto può capitare! Mia cugina, ormai appagata da due figli, ha avuto la sorpresa di averne avuto un'altra a 44 anni!

      Elimina
  5. Che ti devo dire... Stessa barca! :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu sei ancora gggiovane! Potersti riempire il mondo di tanti piccoli Silvestrini che potrebbero scorazzare "tra le cosce di mamma Bologna" come direbbe il poeta!

      Elimina